Tag

, , , ,

Dalla fine dell’anno scorso, si sono succedute vicende piuttosto turbolenti, che mi avevano ridotta un fascio di nervi.
Il tremore continuo alle mani, il cuore che perdeva battiti, ero messa maluccio.
Negli ultimi mesi le cose paiono essersi stabilizzate, i ritmi sono pacati, avere una casa tutta mia e di mia figlia ci ha reso entrambe più serene e consapevoli del nostro rapporto, *ex marito* non disturba più di tanto (o perlomeno, non più del solito), con il mio compagno andiamo daccordo e stiamo bene insieme, il lavoro va alla stragrande. Una primavera a gonfie vele, direi…
Quindi, perchè questo continuo, incessante tremore alle mani???
Dopo anni di analisi, ho imparato a sviscerare le questioni, a scavare in profondità, a cercare il malessere celato che potrebbe essere causa di questo fastidio, niente da fare: non sono riuscita a trovare una causa!
Poi, una banale conversazione con un’amica, parlando di caffeina e di come questa abbondi in molti cibi e bevande (la birra ad esempio, ne contiene un’esagerazione… lo sapevate?! Io NO!!), mi ha fatto vedere la questione da un altro punto di vista.
Anni di analisi, dicevo, mi portano a volte a cercare cause insite nel mio inconscio… anche quando la causa potrebbe essere “banalmente” e “semplicemente” fisica.
Nel dubbio, ho scelto di eliminare il caffè… eliminare la birra sarebbe impossibile, mentre quei 3 caffè giornalieri potevano essere ridotti o sostituiti. Ed ho scoperto che l’orzo macchiato – con rigorosa spolverata di cacao – nella macchinetta dell’ufficio, è molto più buono del caffè… e non sa di bruciato. tanto per dire…
Ed eccomi qua, a distanza di un mese dal test, con le mie belle mani ferme immobili.
Magari sarà una coincidenza, ma visto che male non fa, rimarrò fedele all’orzo ancora per un bel pezzo!

Annunci