Accettare che qualcuno si prenda cura di me, non è un processo così semplice.
Sarà che sono io quella che si è sempre presa cura degli altri, non sono abituata?
Inizialmente mi davano fastidio queste mille continue piccole attenzioni.
Ti fa male la testa? Sei comoda? Hai sete? Vuoi un cuscino? E così via… mi sentivo soffocare.
Mi sentivo non degna di ricevere attenzioni, o forse non volevo accettarle per timore di abituarmici, che quando poi ti abitui a qualcosa, ritornare a fare da te non è mica semplice!
Mi ci è voluto veramente tanto tempo per riuscire ad accettarle.
Prima ne ho accettata una, poi un’altra, e piano piano mi sono resa conto che non era poi così male, delegare un po’.
Pochino, quel tanto che basta per sentire un alleggerimento, non solo fisico, un alleggerimento mentale, un alleggerimento al cuore.
E gli rimane un po’ più di spazio per respirare, a questo piccolo cuore affaticato.
E poter respirare è una benedizione.

Annunci