Il nome stesso di questo blog dice tante cose: VIVO DA SOLA.
Da quando mi sono trasferita in questo appartamento, ho recuperato una dimensione che non ricordavo di avere, e che forse non ho mai avuto.
Io non ho mai vissuto da sola, sono passata da casa-genitori a casa-coniugale per tornare a casa-genitori (con parentesi casa-compagno). Le altre locazioni temporanee, neppure le conto. Non ho mai avuto uno spazio realmente mio, a mia gestione, che potessi sentire come CASA.
Da quando vivo in questo appartamento, sto riscoprendo quanto amo rimanere da sola. O forse lo sto scoprendo del tutto, perchè probabilmente sola non la sono mai stata.
Ho questo spazio a disposizione mia e della bimba, e la sera quando lei va a letto (molto presto, alle 21), è tutta solo per me.
Per metterla in ordine, per leggere un libro, per guardare quei telefilm che amo e che non ho mai tempo o spazio per vedere, per lavorare a maglia.
E rinasco.
Ero abituata ad andare a letto piuttosto presto la sera, da quando vivo da sola rimango alzata un pochino di più. Sempre un pochino di più, ogni sera un poco di più, per godermi questo dono di pace che ho la fortuna di poter vivere. E la cosa incredibile è che non sono stanca, vado a letto e dormo di sasso e mi sveglio più riposata di quando andavo a letto presto… La serenità è indubbiamente il farmaco che guarisce tutti (perlomeno, molti) mali.
Pensavo di non poter vivere da sola, di soffocare nella solitudine, invece rinasco.
Penso che la mediazione ideale per la mia vita sia proprio nell’avere un compagno che vedo e che frequento regolarmente, ma ognuno a casa propria. Il potermi concedere due-tre sere di solitudine, di autorigenerazione, di pace assoluta.
Questa attuale condizione di vita, mi sta facendo crescere come non penso di essere mai cresciuta prima… lo spazio per conoscermi, finalmente. Per guardarmi dentro, per analizzarmi, per capire chi sono. La riscoperta dell’io più profondo.
E incredibilmente, mi piaccio pure.

Annunci