Mi è tornato ieri sera un flashback di un momento preciso, uno di quei momenti in cui SONO FELICE E ME NE STO ACCORGENDO.
L’ho già scritto tante volte, il mio concetto di felicità non sta tanto nell’averla, ma nel riconoscerla. Il preciso attimo in cui ti senti felice, e ne sei consapevole, è la porta assoluta della vera felicità.
E se riconosci il momento, ti porterà felicità per sempre, tipo ieri sera appunto, quando è tornato il flashback, mi sono sentita ugualmente felice.
Vado a raccontare con una premessa: la fase post-parto è stata per me, disgraziatamente, uno sfacelo dal punto di vista dell’estetica. Insomma, per farla breve, ero un totale cesso. I chili della gravidanza non se ne volevano andare (10 in più, rimasti sul sedere e sulla pancia e sulle cosce), i capelli sfibrati rovinati e spesso spettinati (chi ce l’ha il tempo di curare i capelli, con una bimba piccola?), trucco neanche a parlarne (vedi discorso capelli), vestiti inguardabili perchè “tanto i chili in più li perdo, inutile comprare altri vestiti quando ho l’armadio pieno di capi di abbigliamento di due taglie in meno rispetto a ciò che mi serve!”… e così via. Fine premessa.
Quel giorno primaverile era bello già di suo, per il cielo limpido, per l’aria tiepidina, per i colori della natura al risveglio. Era bello perchè mia figlia aveva da poco iniziato a camminare da sola, perciò avevo deciso di avventurarmi fuori casa a piedi con lei, per andare a comprare il pane. Mano nella manina, e via. Passeggiata.
Mentre ci avvicinavamo al forno, ho visto riflesso nella vetrina ciò che eravamo: io grande e grossa, per mano a questa pupattolina trotterellante e gioiosa, aveva un sorriso che illuminava il mondo intero. E io a sorridere con lei, questo ho visto riflesso nella vetrina. E mi sono vista bella, bellissima. E mia figlia era incantevole. E sì, sono stata disgustosamente felice, mi sono commossa pure, lacrimucce negli occhi, e sorriso ancora più disteso.
E ho pensato che ad una mamma non importa più di essere bella esteticamente, perchè un figlio dona alla madre tutta la bellezza di cui ha bisogno, rimandando di luce riflessa lo splendore della propria anima innocente e pura.

Annunci