Dimenticavo i contorni del weekend… era iniziato meravigliosamente già venerdì, quando finalmente dopo mesi, sono riuscita a ritagliarmi un’oretta da trascorrere con la mia bisnonna, che tra due mesi compirà 99 anni.
L’ho trovata splendida, in forma smagliante, centratissima di testa, abbiamo riso e scherzato, me la sono coccolata in maniera vergognosa, l’ho riempita di baci e di abbracci e non le ho lasciato le mani un attimo… mi continuava a ripetere: non preoccuparti per me, se vieni mi fa piacere ma se non riesci non preoccuparti… E io le ho detto che vado da lei non perchè sono preoccupata, che voglio andare a trovarla perchè le voglio bene, perchè è stata come una seconda mamma per me!
Prima di andare l’ho abbracciata stretta e le ho detto quanto le voglio bene, e mi sa che ho fatto venire le lacrime agli occhi a tutti i vecchietti lì presenti.
La mia bisnonna è sempre stata una persona eccezionale, ne avevo già parlato qui.
Se sono la donna che sono, intendo i pregi, sicuramente li devo gran parte a lei.

La fine del weekend invece è stata meno bella… a parte l’essere tornata a casa e non essere rimasta da M… i pensieri sono tanti: domani incontro con i DUE avvocati di mia cognata (mah… anche qua, mistero della mente umana). Inoltre, questa settimana mia madre rientrerà in ospedale per il terzo ciclo di chemio… e mio nonno sta morendo… il dottore dice che gli manca veramente poco. E io ho avuto un pensiero brutto brutto, ho pensato “almeno questa figlia non la vedrà morire”… non è un bel pensiero.

Insomma, questo weekend è stato un Dono dall’alto… per ricaricarmi e darmi la forza di superare questa settimana, perchè in ogni momento di sconforto potrò ripensare ad uno qualsiasi dei meravigliosi momenti trascorsi, e cibarmi di essi.

Annunci