Che primavera strana.
E’ indubbiamente arrivata, siamo passati dai 4°C di Monaco di Baviera, ai 30°C di sabato scorso, in soli cinque giorni. Alla faccia dello sbalzo.
E sarà lo sbalzo, sarà che sto bevendo troppo in questo periodo (eh, Monaco…. prosit!), sarà che ho conosciuto gente nuova completamente al di fuori “del mio mondo”, sarà che pedalo felice per le vie della città mentre vado al lavoro, sarà che al lavoro ci vado felice che almeno mi rifaccio gli occhi con tanto ben di Dio (ah! la primavera! il caldo! le magliette a maniche corte leggermente attillate!!!).
Sarà.
Sarà che mi gira la testa, che ho la mancanza di un obiettivo immediato (le ferie di luglio sono ancora troppo utopia per permettermi di pensarci), che ho voglia di fare ginnastica e rimettermi in forma (eh, Monaco!! Eh, prosit!!), ho voglia di sentirmi carina, ho voglia di mettermi una minigonna e i tacchi a spillo (non è schizofrenia. Credo. Ma qualcosa di malsano, di sicuro lo è), ho voglia di spruzzarmi quel favoloso profumo nuovo che ho comprato, avvolgermi una sciarpina di seta nera intorno al collo, ed è tutta follia, se ne ho voglia io, la donna jeans-e-maglietta-con-le-Puma-ai-piedi.

Sarà che non ci pensavo proprio, non so se in realtà cercavo di non pensarci o se proprio non l’avevo in mente.
Ieri i miei genitori hanno festeggiato i 40 anni di matrimonio. 40 ANNI!!!!!!!!
E se loro festeggiano i 40 di matrimonio, fra pochi mesi i 40 anni li festeggio io.
QUARANTA ANNI?!!?!?
Ma dove li ho lasciati?!?!?!? (…a Monaco? Prosit!)

Insomma, non lo so cos’è. E devo ancora decidere se mi piace o se mi disturba.
Poi ritorno, promesso.
Lo so che Pianeta Terra sta già chiamando la mia attenzione, ma lasciatemi svolazzare ancora un po’.

Annunci