Questa è mia figlia: parte 1.
Domenica eravamo alla festa in parrocchia, lei con le sue amichette vengono da noi mamme a chiedere il permesso di andare all’edicola a guardare i giornali. Io le ho detto di no, che magari l’edicolante non ha piacere, magari le sgridava eccetera. Dopo una decina di minuti, vado a cercarla per andare a casa, la vedo da sola, dietro all’edicola, nel prato a raccogliere margherite. Le chiedo: “cosa fai qua da sola?” e lei “Aspetto le mie amiche, che sono andate all’edicola”. “E tu perchè stai qua?!” “Perchè mi hai detto che non potevo andare all’edicola!!!”
Oh ci credete, mi sono commossa. Mia figlia pur di obbedirmi, è rimasta da sola 10 minuti. Mi sono sentita un mostro!!

Questa è mia figlia: parte 2.
Discorso di una bambina di 9 anni (sicura siano 9?!): mamma io non faccio la pecora. la maestra dice che siamo un branco di pecore che diciamo tutti la stessa cosa, ma io non lo faccio. in gita tutti hanno detto di aver visto la nostra compagna con la macchina fotografica nello zaino, invece io non l’ho detto, perchè io non l’avevo vista, invece tutti gli altri hanno detto di averla vista, ma non era mica vero che l’avevano vista tutti! Dicono così solo perchè seguono la legge di chi vince. E allora se la maggioranza dice una cosa, gli altri la dicono uguale. Come nel calcio, in classe tutti tifano la Juventus perchè vince, e poi l’anno prossimo cosa fanno, se vince la Fiorentina tifano tutti la Fiorentina! Io invece non tifo nessuno, perchè voglio scegliere la squadra che tiferò con il cuore per tutta la vita, e voglio scegliere con calma per essere sicura.
O_____________O;
9 anni?!?!

Questa è mia figlia: parte 3.
Questa mattina cercavo disperatamente la nuova scheda Wind, quella Vodafone da oggi non funziona, devo cambiare la scheda, non la trovo, sono disperata, non posso averla persa! Mia figlia tranquilla: è nel portamonete, chiuso e appoggiato sopra al comò in sala.
Mi giro come a vedere un Ufo: “e tu come lo sai?”. Lei placida: “l’ho vista domenica sera, stavo cercando di chiudere il portamonete perchè avevo paura ti cadessero delle monete, allora ho visto una scheda strana, penso sia quella che cerchi”
E ovviamente, era lì.

Questa è mia figlia: parte 4.
Oggi pomeriggio ha il saggio di pallavolo, le chiedo a che ora, mi dice “mamma tranquilla, se non riesci a venire non mi offendo, lo so che devi lavorare, non preoccuparti”.
Dovessi amputarmi un dito, oggi io CI SARO’! Ecchecca**o!!!!!!!!

9 anni. Mi sa che ha già iniziato a mangiarmi in testa! ❤

Annunci