Avanzo. Nel senso che vado avanti. E direi che vado avanti bene, nelle mie piccole cose, nella gestione quotidiana. In questi giorni mi manca tantissimo mia figlia, che è via con il padre in vacanza. La sento poco e male al telefono, sempre col fratellino urlante in sottofondo, o con lei distratta, ieri sera sono riuscita a chiacchierare con lei un pochino di più e anche a ridere insieme a lei di una cosa buffa… mi si è un po’ stretto il cuore e penso anche a lei a dire il vero, perchè quando mi ha salutato aveva quella vocina “così”. Sono sicura si stia divertendo, ma con me è un’altra cosa. “Così”, ecco.
Approfitto della sua assenza per godermi (ogni doppio senso è puramente voluto) il mio omone, abbiamo iniziato i festeggiamenti per il suo 40esimo compleanno venerdì scorso, e li abbiamo conclusi ieri sera. La soddisfazione di avergli fatto l’ennesimo regalo che sognava e sentirsi dire “con te tutti i miei sogni diventano realtà” direi che non ha prezzo… La gioia di preparargli un pranzo da sogno domenica, con “i vecchi” (ci teneva a festeggiare un giorno con i rispettivi genitori), vedere i vecchi entusiasti, mia madre che ha spazzolato le mie creazioni culinarie con un appetito che da tempo non le vedevo… insomma, piccole cose, grandi gioie.
Ho allontanato dalla mente il pensiero costante del tizio di cui ben sapete, e posso affermare con gioia che da ben 10 giorni non lo sogno più. Vederlo è un po’ più faticoso, ma per mia fortuna si è staccato un po’ pure lui e questo mi aiuta tantissimo nel processo del distacco… che sarà definitivo questo mese, con 30 giorni filati in cui non ci vedremo.
Sto aspettando con trepidazione dopodomani, quando finalmente andrò in vacanza.
Alla fine ho scelto l’Austria, ho bisogno di riposo. Ho scelto tre tappe con altrettanti campeggi perchè voglio che sia una vacanza riposante per tutti, e il plain air non rientra nella categoria “riposo” quindi preferisco spendere un po’ di più ma avere la certezza dei servizi!
Infine, sono alla ricerca di un appartamento da acquistare, a volte mi entusiasmo, a volte mi scoraggio per i prezzi, o per la posizione, o perchè ho talmente chiaro in testa ciò che desidero, che finchè non lo trovo non ho intenzione di acquistare nulla.
Abbandonato definitivamente l’opzione “bifamiliare con i genitori” per vari motivi, tutti dei quali sensati. E ne sono sollevata. Ho bisogno di un minimo di distanza, pur rimanendo vicina a loro in quartiere.
Non lo so se trovo, l’appartamento che sogno. Ne ho già visti un paio strepitosi, ma per un motivo (spese condominiali) o per l’altro (posizione non ottimale) passo oltre.
Del resto, non ho fretta. L’appartamento in cui vivo io lo amo!!!
E voi, come procede?!
Buona estate 🙂

Annunci