Un quasi inizio ferie, visto che l’inizio ufficiale è oggi alle 12.30.
Questa mattina mia figlia è con me in ufficio. I miei genitori sono partiti oggi per un weekend di vacanza, mia nonna è via, mia figlia è appena rientrata dopo una settimana con *ex marito*, amiche tutte in vacanza… ho chiesto al mio responsabile, che mi ha detto: portala qua. E così è stato. Sono 4 ore, tra compiti, ipad e un cartone animato, volano in un attimo. Mi fa strano ma mi inorgoglisce, perchè lei è un gioiello di educazione e ne vado ben fiera!
Il preferie è stato il solito delirio di preparativi, sono una persona troppo precisina e troppo ansiosa, è sempre un incubo dover partire. Per mia fortuna, ho un compagno ancora più precisino di me, che normalmente sarebbe un incubo doppio, invece mi consente di rilassarmi e pensare solo alle “mie” cose perchè so di potermi fidare di lui, che si occupa di tutto quanto riguarda la “messa in strada” del camper (che sarà la nostra casa per le prossime due settimane).
Stanotte non ho chiuso occhio dall’ansia di aver dimenticato… dimenticato… ma cosa? Alle 5,40 l’illuminazione: il casco per la bici di mia figlia!!! Orrore!!! In Austria è obbligatorio, non avrebbe potuto girare… o avrei dovuto acquistarne un altro, e NON costano poco.
Concludo il post informandovi che se per caso fossi incinta (ma lo scoprirò a ferie finite), mio figlio nascerà alle 5,40. Sono dieci giorni che mi sveglio ogni mattina a quell’ora.
Potrebbe anche essere semplicemente perchè alle 5,40 inizia a filtrare la luce dell’alba dalla tapparella? Sì, potrebbe… ma mi piace sperare in altro 😛
Ri-auguro buonissime ferie a tutti voi! Le mie lo saranno di certo 🙂

Annunci