Vorrei poter scrivere un meraviglioso post di avanzamento lavori ma no, non si avanza nulla, anzi non si è nemmeno iniziato a farli, i lavori di ristrutturazione.
La scorsa settimana, e anche questa, sono state frenesia pura di appuntamenti con muratore-ingegnere-falegname-idraulico, misure, controlli, idee, consulti.
Io ho le idee talmente chiare su come voglio la casa, che risulto un cliente da un lato semplice, perché so ciò che voglio, dall’altro lato difficilissimo, perché se non fate come dico io mi incaxxo e di brutto.
La soddisfazione di sentirmi chiedere come faccio ad avere così preciso in mente il disegno finito, sentirmi fare complimenti perché o avuto idee che neppure chi lo fa di mestiere avrebbe saputo fare meglio.
Non ho sbagliato nulla: la casa sarà esattamente così come la desidero. Nessuna idea strampalata, tutto realizzabile e fattibile. E neanche così troppo costoso, alla fine.
E la soddisfazione di sentirmi dire quanto è bella la casa? Non c’è stato nessuno che non sia rimasto meravigliato da quanto è spaziosa, ariosa, solare. E lo è, credetemi.
Lunedì scorso, dopo il rogito, sono corsa con le chiavi in mano ed ho spalancato le finestre, la casa mi ha accolta con una brezza dolcissima e sorrideva, e io ho sorriso a lei, e ci siamo proprio volute bene da subito insomma.
Questa casa ce l’ho dentro, la sento scorrere nelle vene. E’ stato amore a prima vista, e tale rimane.
Spero di riuscire ad iniziare i lavori il prima possibile, ma temo che prima di settembre sarà impossibile andarci a vivere. Anche se nel mio cuore, spero tanto sia la metà di agosto, sono disposta ad andarci a vivere anche senza cucina, chi lo sa.
Nel frattempo, quando posso passo di là e salgo a farle un salutino. Sono una fidanzata fedele, non voglio che soffra nel sentirsi sola! 🙂

Annunci