Dopo tutto il correre della fase del trasloco, è quasi ovvio che io adesso mi senta svuotata, senza obiettivi in vista, un giorno dopo l’altro la solita noiosa routine.
Il battibeccare quotidiano con M, che ancora non capisce che quando torno a casa da lavorare ho bisogno di mezzoretta di tranquillità e silenzio… è inutile, lui se mi vede silenziosa, deve per forza rompere i coglioni. E più mi incazzo e più lui ci mette il becco in mezzo, non c’è verso. Ultimamente non ho neanche più così tanta voglia di far sesso con lui, mi indispone continuamente! Quindi ricomincio con i miei sogni erotici rivolti al solito bel giovane… sogni che peraltro non si sono mai interrotti… sogni che tali sono e ahinoi, tali rimarranno per mia scelta. Perché poi ho scelto di rimanere fedele ad M, boh. Un motivo ci sarà, forse semplicemente perché M non si merita di essere tradito, e questo è quanto.
In questo periodo mi vedo comunque bella, ho messo quei chili che avevo perso (tanti e troppo in fretta) quando *ex marito* mi aveva lasciata, sono sempre magra, ma ho ripreso un po’ di forma. Il lato b ringrazia, indubbiamente. Mi danno un po’ noia questi chili, ma mi ci sto abituando, lo vedo che sto meglio, anche se tanti jeans li ho dovuti accantonare, addio!

Delle altre cose, mia figlia sta crescendo meravigliosamente, i problemi di marzo sembrano essere accantonati (non canto vittoria, comunque). Cresce, si avvicina ai grandi cambiamenti del suo corpo, si emoziona per i primi peletti (…le passerà fin troppo in fretta, l’emozione dei peletti!!!), il corpo cambia e lei inizia (…questo non passerà, ahimè!) a passare troppo tempo davanti allo specchio, a far smorfie, a perdersi in gloria… benedetta adolescenza, avrei preferito non arrivasse mai!

Mia madre sta. Nel senso che a volte sta bene, a volte ha dei tracolli improvvisi ed imprevisti, ma sta. E’ talmente soddisfatta di come abbiamo gestito la questione casa, che si crogiola ogni volta che ne parla.
Mio padre sta anche lui. E’ un po’ giù di morale, vorrebbe andare via in bicicletta più spesso, vorrebbe poter viaggiare insieme a mia madre, ma avanziamo tutti un giorno alla volta e di progetti guai a parlarne.

La casa c’è. Mancano le tende, ma chi se ne frega, siamo all’ultimo piano senza case intorno, nessuno ci può guardare in casa. Arriveranno pure quelle. Sto ultimando la burocrazia, ora che ho la residenza ufficiale, e vedo gli impegni via via diminuire. Al lavoro va abbastanza bene, tra alti e bassi, tantissimo lavoro da fare, a volte mi diverto, a volte mi rompo.

In generale, un giorno dopo l’altro, mi annoio. E bevo. Niente di nuovo, insomma. Stanno volando via i giorni, tra poco più di un mese è Natale, ho la smania di addobbare la mia casa nuova di luminarie, ho la smania che arrivino le vacanze, un po’ di ferie, per annoiarmi come si deve sul divano immenso e comodo. Mia figlia che gioca sul tappeto, io seduta con un libro, e una bottiglia di vodka. E M che mi ronza insistentemente nelle orecchie! Questa sì, che è vita!!! 😀

Annunci