Dopo un sogno così, ci sta che io mi svegli alle 7 di un sabato mattina, e non ci sia verso di riprendere sonno.

Per l’ennesima volta ho sognato mia madre, continuo a sognarla in modo normale, come poteva capitarmi prima che morisse, intendo. Sogno di parlare con lei, di telefonarle, niente di particolare.

Stanotte però è stato leggermente diverso, era sempre un sogno normale, ma troppi particolari, troppa simbologia.

Corridoio di casa mia con un muro pieno di ragnatele, M che le pulisce, io guardo in alto e vedo che ci sono alcuni ragni, ma non possono scendere perché c’è una specie di zanzariera. Li guardo ed ho comunque paura che possano riuscire a scendere. Mia madre mi dice che devo comprare il nuovo folletto, perché con il nuovo c’è anche l’accessorio per aspirare le ragnatele ed i ragni. Mi organizza un incontro con la rappresentante del folletto, e decido di comprarlo.

Fine.

Un sogno stupido.

Ma io so da tempo che per me, i ragni nei sogni individuano le mie paure e le mie insicurezze.

E mia madre che mi fornisce uno strumento per combatterle.

Tanta roba, ecco.

Annunci