In questo difficilissimo periodo di preadolescenza, e mio malgrado ben consapevole di essere appena all’inizio.
Sono troppi i momenti di scontro fra questa mia meravigliosa bimba in crescita, e questa mamma (nella fattispecie, io) che la maggior parte delle volte è stanca, con millemila cose da fare e millemila pensieri… momenti in cui lei parla arabo e io americano (rende l’idea?), ma l’adulto sono io, lei è quella che sta crescendo.
Per chi ha avuto la malaugurata esperienza, la preadolescenza è quella in cui il tuo amorevole cucciolo coccolo e si trasforma senza preavviso in un tirannosauro pronto a sbranarti…
Scenetta quotidiana in cui gli attori siamo io e lei: figlia finisce di guardare film, chiede a madre “che ore sono?”, madre risponde “è ora di andare a dormire”, figlia si trasforma in Tirannosauro e urla “non ti ho chiesto se devo andare a dormire! Ti ho chiesto che ore sono! Sei capace di dirmi che ore sono? Me lo sai dire? Eh? Eh? Mi dai fastidio quando mi rispondi così!” (Frase letteralmente riportata)
Madre prenderebbe figlia per la gola attaccandola al muro per insegnarle la buona educazione, ma no, non va così.
Sono i momenti in cui vince la mamma, pertanto la metto a dormire e con una coccola le chiedo scusa, che deve capirmi, perché io, anche se lei non se lo ricorda, ho passato 9 anni della sua vita a raccontarle il tempo che passa basandomi sulle sue abitudini. Pertanto, è ora di colazione, è ora del bagnetto, è ora di pranzo, è ora del riposino, è ora della merenda, è ora di dormire!
Dunque bimba mia, capiscimi se ancora non riesco ad abituarmi a scandire le ore con te in modo normale. Impariamo insieme a seguire la tua crescita, crescendo insieme. Tu dimmi cosa ti infastidisce, io ti dirò il motivo dei miei gesti, perdoniamoci insieme.
Gli ingranaggi dei rapporti sono così difficili, voglio che tra me e te non ci sia mai ruggine, e se ci fosse, voglio trovare il modo di scioglierla.
La mamma DEVE vincere, e tu con me! ❤

Annunci