Premesso che oggi inizia un periodo davvero difficile. Un anno fa mia madre aveva iniziato ad aggravarsi, con conseguente ricovero in ospedale, da cui non è mai più uscita fino alla fine dei suoi giorni. Ricordare tutto è difficile, dimenticarlo impossibile.
Fatta questa doverosa premessa (poiché penso ci sia una connessione con il sogno, anche se al momento mi sfugge), questa notte ho sognato che ero con mio padre, mia figlia ed una coppia di miei amici, con i quali dovevamo partire per Gatteo Mare (dove ogni estate va mia figlia con mio padre a trascorrere una decina di giorni di vacanza).
Ci stiamo dirigendo a prendere le macchine per partire, i miei amici davanti, segue mio padre con un trolley pesantissimo, dietro io con un altro trolley piccolo e mia figlia.
Urlo a mio padre (al quale mancano molte dita, in entrambe le mani, per incidenti sul lavoro) di fermarsi che gli prendo io il trolley, visto che ne ho solo uno leggero che tanto posso trascinare. Lui invece di fermarsi, accelera il passo perché non vuole darmi anche il suo bagaglio, ci ritroviamo dunque ad un incrocio in cui lui attraversa, io con mia figlia non facciamo in tempo perché il semaforo pedonale nel frattempo diventa rosso e l’incrocio è troppo trafficato per passare.
Quando scatta nuovamente il verde, io e mia figlia attraversiamo ma non troviamo più nessuno, dileguati. Telefono a mio padre che mi dice che intanto lui con l’altra coppia sono andati avanti, per raggiungere altri amici con cui avevano appuntamento in un paese limitrofo. Gli dico quindi di tornare indietro lui (che era con la sua macchina) per venire a prendere me e la bimba, ma lui mi dice che ormai è troppo lontano, che ci conviene prendere il treno visto che siamo in stazione, e lui ci sarebbe venuto a prendere alla stazione di arrivo al mare.
Concordo con la soluzione, cerco con il cellulare di consultare gli orari del treno ma niente, non riesco, sbaglio a scrivere, o si inceppa il telefono, o sbaglio stazione, o non scrivo bene gli orari…
…e mi sveglio in preda al panico.
Un paio di cose nel sogno sono evidenti:
– mio babbo che non vuole lasciare un peso a me, e lo porta lui pur faticando immensamente
– l’assenza di mia madre (nei miei sogni c’è praticamente sempre, sempre in forma viva, alcune volte malata ma molto più spesso sana)
– l’assenza di M non è strana, in quanto a lui Gatteo Mare non piace e spesso sono andata da sola io con mia figlia a fare qualche giorno di vacanza
– il non riuscire a scrivere è un classico “sogno di impedimento”, il voler fare qualcosa che nella realtà non riesce e crea disagio. Vista la situazione del sogno, direi evidente la mia difficoltà nel raggiungere mio padre, ovvero l’impossibilità, per me, di alleviarlo del suo dolore
– mia figlia è con me, infatti lei non mi genera preoccupazione alcuna, nel sogno. E’ con me, è protetta, è al sicuro, nonostante il disagio

Poi chissà… significati ce ne saranno di sicuro millemila, in un sogno come questo!

Annunci