Ormai mi pare più che evidente che le mie crisi di panico sono del genere “quiete dopo la tempesta”. Quando vivo momenti molto intensi, non appena posso rilassarmi e scende l’adrenalina, ecco che scatta il panico, la fatica nel respirare, la necessità di fare qualcosa. Non sono capace di riposarmi, io!
Ieri è stata una bellissima serata, ho ospitato una amichetta di mia figlia e con M e mio padre abbiamo festeggiato la grandiosa notizia: è arrivato il camper nuovo!!
Nottata turbolenta, ho fatto tanti incubi in cui sognavo mi avessero fatto uno scherzo, che non era vero che era arrivato il camper…
Mi sono svegliata stamattina con l’ansia, ma no, non era uno scherzo, il camper è arrivato realmente!
La mattinata l’abbiamo trascorsa al concessionario, per concordare gli optionals da installare (il camper ci verrà effettivamente consegnato fra un paio di settimane, a lavori ultimati). Abbiamo guardato e rimirato il nostro acquisto, mia figlia entusiasta, tutti emozionantissimi.
Ci siamo fermati a pranzo in un ristorante di pesce extra lusso, per festeggiare a dovere!
Poi abbiamo accompagnato mia figlia dal padre, e siamo rientrati a casa.
Ed ora eccomi qui: panico.
Che fare?
Cucinare non se ne parla, abbiamo finito di pranzare alle 16… guardò un film? È un orario stupido, non mi va, non mi va di leggere, mi manca mia figlia, sono nervosa, mi bevo un prosecco e scrivo su WordPress. E mi sto già un po’ calmando, per fortuna.
Non sono mica capace, io, di essere semplicemente felice?

Annunci